Your browser does not support JavaScript!

[ login ]
   
background image background image background image
fulls

Potamos

Edificato su una gola, ha numerose case scavate nella roccia. Vale la pena visitare la chiesa di Agios Dimitrios (San Demetrio) e quella chiamata Panagià Giatrissa (Madonna Guaritrice).    
map

Kerà

Chiamata anche Keradianà, è ubicata a sud-est di Manolas, in alto sulla roccia, con la vista su Palià e Nea Kameni. Vale la pena risalire il sentiero per raggiungere la cappella di Profitis Ilias (Profeta Elia) (270 m).    Info Il vecchio porto di Thirasià è Korfos, con le trattorie, dove si serve pesce fresco, e dove si fermano i battelli delle escursioni da Athiniòs verso il vulcano. 
map

Manolas

È il capoluogo di Thirasià e sorge sul “ciglio” della Caldera. È pieno di vicoletti, c’è un forno, una drogheria e la notevole chiesa di Agios Konstantinos (San Costantino) del 1874. 
map

Agrilià

Era l’abitato più grande e più antico sull’isola, fino al 1928. Vale la pena passeggiarvi per scoprire le case scavate nella roccia e i kanaves¸ cioè le antiche cantine dove si produceva il vino. All’ingresso del paesino, sorge la chiesa di Presentazione della Madonna, detta anche Madonna di Langadi (1887). 
map

Riva

È il porto di Thirasià, sormontato dalla chiesetta di Agia Irini (Santa Irene). Secondo una delle tante teorie, è da qui che poi l’isola prese il nome di Santorini.  
map
[ calendar ]
August  2019
Sun Mon Tue Wed Thu Fri Sat
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
<< >>
[ myaegean ]
EU
Co-financed by Greece and the European Union - European Regional Development Fund
ESPA